pesto di carciofi e noci con crudo croccante
Primi piatti Ricette del Weekend

Pesto di carciofi e noci con crudo croccante

Un esplosione di gusto e profumi! I nostri spaghetti di kamut al pesto di carciofi e noci con crudo croccante hanno avuto un successo incredibile. Vediamo gli ingredienti ed il procedimento, poi valutiamo anche le caratteristiche nutritive del piatto!

  • 300 g carciofi (gia puliti)
  • 2 spicchi d’aglio
  • 40 g parmigiano
  • 50 g noci
  • 50 g prosciutto crudo dolce
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 160 g spaghetti di kamut
  • olio di oliva
  • pepe
  • sale

Hai masi sentito parlare di Bubble Tea? CLICCA QUI

Come prima cosa prepariamo i carciofi. Se siamo riusciti a comperare i cuori di carciofo, già puliti possiamo iniziare a tagliarli a fettine sottili. In caso contrario, prima, procediamo con la pulizia.

Mettiamo un filo d’olio in pentola con due spicchi di aglio spremuti. Lasciamo rosolare qualche istante poi versiamo i carciofi. Teniamone da parte 4 o 5 fettine per la decorazione, che cuoceremo in altro modo.

Dopo qualche minuto a fuoco alto, versiamo mezzo bicchiere d’acqua e lasciamo cuocere a fuoco basso per circa 25 minuti. Dovranno essere stracotti.

Adesso, in un mixer da cucina, mettiamo i carciofi con le noci, il parmigiano, un filo d’olio, mezzo bicchiere di latte. Aggiungiamo sale e pepe a nostro gusto ed iniziamo a frullare fino a che non otteniamo un pesto liscio ed omogeneo. Possiamo giocare con la quantità di latte in base alla densità che più ci aggrada.

Adesso ci sarà da completare l’opera con una procedura un po’ noiosa. Come avrete notato, risulterà una parte filamentosa del carciofo che non si è amalgamata con il resto del pesto. Versiamo il pesto in un colino a maglia stretta e con l’aiuto di un cucchiaio filtriamo tutto, in modo che la parte filamentosa rimarrà fuori.

In una padella mettiamo il prosciutto, tagliato a listarelle, a cuocere a fuoco medio, senza olio. Lo facciamo cuocere finche non risulta croccante.

Mentre la pasta cuoce, versiamo abbondante olio in un pentolino e tuffiamo le 4 o 5 fettine di carciofo che avevamo messo da parte, e le friggiamo, fino a renderle croccanti.

Scoliamo la pasta e saltiamola con il nostro pesto, valutando a piacere la quantità che servirà per condire. Aggiungete un goccio d’acqua di cottura, solo se il vostro pesto risulta molto denso.

Impiattiamo gli spaghetti ed aggiungiamo sopra di essi il prosciutto croccante e due fettine di carciofo fritto.

Gli spaghetti al pesto di carciofi e noci con crudo croccante sono pronti! Enjoy!

In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei

Ecco le tazze per il tuo BUBBLE TEA. CLICCA QUI

Caratteristiche ed aspetti nutrizionali (Pesto di carciofi e noci con crudo croccante)

 I carciofi sono diuretici, depurativi e disintossicanti per il fegato. Hanno effetti benefici e tonici sul cuore, sono utili nel combattere i calcoli e a depurare il sangue. Hanno pochissime calorie e sono ricchi di fibre e minerali. Il carciofo promuove il buon funzionamento dell’intestino e riduce il rischio di cancro al colon, come già detto, apportando un buon quantitativo di fibre. Queste ultime, insieme alla cinerina, aiutano anche a ridurre i livelli ematici di colesterolo.

le noci sono un’ottima fonte di γ-tocoferolo (21 mg/100 g), che si ritiene essere la forma di vitamina E con effetti cardioprotettivi. In questa frutta secca, inoltre, è presente in buona quantità l’amminoacido triptofano, precursore di melatonina e serotonina, che favorisce la calma ed il buon sonno. La dose giornaliera non dovrebbe superare i 30 g.

In questo piatto sono presenti alcuni elementi di frittura, in bassissime quantità. Comunque è sempre opportuno sapere che gli alimenti fritti contengono spesso oli idrogenati e grassi saturi che possono aumentare il rischio di malattie cardiache e ictus.

Il prosciutto crudo è un alimento ad alto contenuto di sale, il che significa che il consumo eccessivo può aumentare il rischio di ipertensione, malattie cardiovascolari e altri problemi di salute. Pertanto, è importante consumarlo con moderazione e integrarlo in una dieta equilibrata. Ovviamente anche in questo caso, parliamo di circa 50 g, in due porzioni, per cui possiamo dormire sonni tranquilli.

La farina di Kamut è un alimento molto energetico e fornisce un lento rilascio di zuccheri nel sangue, assicurando all’organismo energia a lungo termine. La discreta presenza di fibre, infine, facilita la funzionalità intestinale.

Manteniamo sempre l’equilibrio, e non eccediamo mai con le dosi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *